A Bergamo arriva Sassari, Carrara: “Stiamo tutti bene, il morale è alto”

(foto di Danilo Scaccabarossi)

Sarà la sfida della stagione, quella che riassume un campionato intero. Cominciano sabato 10 febbraio i play-off di Serie A, con la SBS Montello Bergamo che attende la Dinamo Lab Banco di Sardegna sul parquet dell’Italcementi (inizio ore 15.30, diretta streaming sul canale YouTube di SBS). Sfida nata da una piacevole conferma – quella del team orobico – e da una grossa sorpresa, considerato che Sassari fino all’ultimo pareva poter dominare il girone B. Invece è accaduto che i sardi hanno perso di 30 punti l’ultimo incontro di regular season contro l’Amicacci Abruzzo, scendendo dunque in seconda posizione e finendo per trovare la terza del girone A, Bergamo appunto.

“Stiamo tutti bene – commenta Davide Carrara, giocatore e responsabile basket di SBS – e in queste settimane ci siamo sempre allenati al completo. Sono state settimane intense e produttive: la pausa che abbiamo sfruttato, unita alle competizioni che ha giocato Sassari (Coppa Italia, ndr), ci ha permesso di analizzare in dettaglio i loro schemi e la loro impostazione di gioco. Abbiamo svolto un lavoro di videoanalisi che ci ha permesso di preparare la partita al meglio, sia in difesa che in attacco”. Bergamo è pronta, dunque, per una sfida che ha una duplice valenza: da un lato è la conferma del valore della SBS Montello, per il secondo anno consecutivo fra le migliori 8 d’Italia. Dall’altro è una porta aperta verso un futuro che potrebbe essere ancora più entusiasmante. “Il morale è alto – prosegue Carrara – perché è vero che Sassari è una squadra molto fisica, ma come ha mostrato nel girone di ritorno ha pure dei nervi scoperti. Se riusciremo a giocare con l’intensità giusta dall’inizio alla fine, se eviteremo i piccoli errori che ogni tanto commettiamo, potranno essere due partite molto belle e giocate punto a punto. Ci vorrà la stessa determinazione che abbiamo messo negli ultimi confronti”.

I sardi sono favoriti, ma non si può dire che Bergamo non abbia nulla da perdere. Perché mai come stavolta le ambizioni sono quelle di fare uno step successivo ed entrare fra le migliori 4 del campionato. “L’obiettivo – chiude Carrara – è fare il meglio possibile in casa, perché poi la trasferta ti toglie comunque un po’ di energie. Loro sono completi, a 360 gradi, e puntano su giocatori dalla carriera importante, dunque non soffriranno cali di fiducia. Bisognerà temere piuttosto il loro desiderio di rivincita dopo quella sconfitta clamorosa nell’ultima di campionato. Noi, tuttavia, siamo pronti per giocarcela alla pari”. Dopo il match di andata a Bergamo, l’incontro vivrà la sfida di ritorno a Sassari, in programma sabato 24 febbraio (orario da definire). Le altre tre partite dei quarti di finale sono Pdm Treviso contro Briantea 84 Cantù, Menarini Firenze contro Santo Stefano Kos Group e Pellicanò Reggio Calabria contro Amicacci Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *