Cantù vince il recupero in Sardegna e va da sola al comando

Niente sconti anche in Sardegna: la UnipolSai Briantea84 Cantù ha messo a segno la quinta vittoria consecutiva, battendo Porto Torres 88 a 49. Nel pomeriggio di lunedì 27 novembre, al palazzetto dello sport Alberto Mura si è disputato il recupero (rinvio per allerta meteo, ndr) della gara valevole per la terza giornata del girone A di Serie A Fipic, raggruppamento che i canturini ora guidano in vetta alla classifica in solitaria con 10 punti. Dopo due quarti in cui i padroni di casa hanno provato a rimanere in scia davanti a 20’ di livello del duo Berdun-Carossino, nel terzo quarto la partita si è spaccata definitivamente con un parziale di 29-7 che non ha dato scampo a Porto Torres. Per i sardi da sottolineare la grandissima prova di un Luszynski (28 punti) che però non è bastata a contenere la qualità e la quantità del gruppo guidato da coach Jaglowski. Prossimo appuntamento: sabato 2 dicembre sul campo della Farmacia Pellicanò Reggio Calabria Bic, con il rientro in squadra di Steve Serio e Maximiliano Ruggeri dai Parapan Games.
CRONACA – Coach Jaglowski opta per il quintetto composto da Patzwald, Berdun, Carossino, Sbuelz e De Maggi. I primi due punti della gara sono di Wright Ryan Michael per Porto Torres, pareggia poi i conti Carossino. Poco più di 5’ trascorsi a cronometro, le squadre sbagliano tanto al tiro in questa fase. Berdun ne fa 4, Carossino alimenta il break di 8-0. Lopez Chavez spezza, poi ancora Carossino. Puggioni più fortunato in questa fase riduce il gap per i turritani, poi Luszynski. Berdun fornisce un assist al bacio per il numero 22 che rimette i brianzoli in sicurezza (12-8). Luszynski due su due dalla lunetta, risponde Carossino con l’ottavo punto personale più un libero. De Maggi vale il 17-10 dopo 10’.
Subito Berdun, tripla di Luszynski. Carossino uno su due dalla lunetta. Il tabellone dice 20-13 dopo un minuto e mezzo di gioco. Cambi per Jaglowski: dentro Geninazzi, Santorelli e Carrigill al posto di Sbuelz, De Maggi e Patzwald. Porto Torres si aggrappa ai punti di Luszynski per il -4 (16-20). Il 2/2 dalla lunetta di Carossino e la pressione alta della UnipolSai con annessi due punti di Berdun danno respiro al gruppo di coach Jaglowski. Luszynski show con un gancio da metà campo, Berdun sale sugli scudi. Dopo 20’ la UnipolSai avanti + 13 (40-27).
Terzo quarto. La UnipolSai riparte da Santorelli, Tomaselli, Berdun, Carossino e Geninazzi. Santorelli, tripla di Berdun, Tomaselli e Geninazzi. Parziale di 12-2 per i biancoblù in 4’. Dentro Sbuelz, fuori Berdun. Carossino prima, poi Sbuelz e il neo entrato De Maggi allungano di otto punti (20-2 in 6’30’’ per il momentaneo 56-29). Porto Torres non riesce a contrastare la forza dei canturini, Santorelli e Sbuelz alimentano un parziale che arriva fino al 24-2 fino alla tripla del solito Luszynski che spezza la monotonia biancoblù. Sbuelz dalla sua mattonella non sbaglia, Santorelli arriva a quota 7 punti personali. Parziale severo, a 10’ dalla fine la UnipolSai guida 69 a 34.
Ultimi 10’. Coach Jaglowski approfitta del buon divario per far girare i quintetti, in campo anche Makram. Porto Torres d’orgoglio cerca quanto meno di ridurre l’importante gap, ma la UnipolSai continua a macinare punti. 13 a 11 il parziale a 3’ dalla fine dell’ultimo quarto. Arrivano i primi due punti di Makram nel finale tra quelli macinati dal solito Berdun, con Carossino e Santorelli. Finale: 88 a 49.

Porto Torres: Luszynski 28, Puggioni 6, Lopez Chavez 6, Armas 3, Simula 2, Wright 2, Bobbato 2, Langiu. All. Mura.

Cantù: Berdun 27, Carossino 25, Santorelli 11, Sbuelz 10, De Maggi 6, Geninazzi 5, Makram 2, Tomaselli 2, Patzwald, Carrigill. All. Jaglowski.

Arbitri: Fiorin e Mameli.

Parziali: 10-17; 27-40; 34-69.

fonte: Briantea84