Il 2024 è (anche) l’anno delle elezioni Fipic

Il 2024 non è solo l’anno del pre-olimpico di Antibes (come ha ricordato ieri in un post la Fipic) e delle Paralimpiadi di Parigi, ma anche quello delle elezioni per il rinnovo (se ci sarà) delle cariche della Federazione Italiana Pallacanestro In Carrozzina.

Il suo timoniere, Fernando Zappile, guida il movimento dal lontano 13 giugno 2010, ovvero dall’anno della fondazione della Fipic. Con l’abbattimento, tanto voluto dai presidenti federali, del limite dei 3 mandati, Zappile può prolungare ulteriormente il suo “pontificato”.

L’ultima assemblea elettiva si è tenuta il 19 settembre del 2020 e ha visto la partecipazione dell’81,40% degli aventi diritti al voto, tra rappresentanti delle società, degli atleti e dei tecnici. Zappile, candidato unico, ricevette 67 voti, pari al 97,10% del totale degli aventi diritto al voto.

Un movimento, quello Fipic, che nel corso degli ultimi anni ha vissuto bei momenti (l’oro agli European Para Youth Games 2022, il 4° posto, a tavolino, all’Europeo 2021 e il 5° piazzamento all’ultimo Mondiale), ma anche difficili come la cancellazione del campionato Giovanile (sostituito l’anno scorso con un torneo 3vs3), la sparizione della Nazionale Femminile e degli All-Star Game, nonché diverse defezioni e rinunce sia in Serie A che in B.

Contemporaneamente – bisogna dirlo – anche grazie alla politica federale, è cresciuto il movimento Uisp passato dalle 2 (nel 2014) alle attuali 14 società affiliate. Tra le azioni significative messe in atto dalla Fipic in tutti questi anni si ricorda il Progetto Academy, la partnership con la Fip per il canale Twitch e la partecipazione al docu film sul Mondiale di Dubai prodotto da Rai Documentari e Morol srl.