Le assenze complicano le cose al Bergamo: il Santo Stefano vince sul velluto

Che la partita sarebbe stata difficile, senza i tre sudamericani di Bergamo, si sapeva sin dalla vigilia. E il campo ha confermato che – in queste condizioni – il Santo Stefano Kos Group è squadra troppo solida per la SBS Montello Bergamo. Al primo impegno tra le mura di casa, alla palestra Italcementi, i ragazzi di Ilario Narra hanno dovuto lasciare strada al team di Macerata, capace di involarsi già nel primo quarto e poi in grado di giocare sul velluto per il resto del confronto. Le assenze forzate (causa Nazionali) di Luca Silva, Joel Gabas e Paola Klokler hanno ridotto all’osso la rosa orobica, che sul parquet amico non ha potuto fare miracoli.Resta, come sempre, il grande impegno di tutti i presenti, che hanno colto l’occasione per cercare nuove soluzioni. E rimane ancora solamente un’altra partita, la prossima contro Reggio Calabria in trasferta (il 25 novembre), da giocare a ranghi ridotti. L’obiettivo, quando rientreranno i due argentini e l’atleta brasiliana (il 28 di questo mese), sarà impostare un girone di ritorno da giocare al cento per cento, per uno sprint che possa portare all’approdo ai play-off per il secondo anno consecutivo. Nemmeno una sconfitta (peraltro attesa) può fiaccare il morale di un team quest’anno più agguerrito che mai.Il Santo Stefano Kos Group comanda il girone A con quattro vittorie su altrettante partite. Ma alle sue spalle, insieme alla Briantea 84 Cantù (in campo in serata, e con un match da recuperare) c’è ancora la SBS Montello Bergamo. Che dunque resta fra le candidate per un posto fra le prime quattro del raggruppamento.

TABELLINI

COMUNICATO STAMPA SBS