Serie A, Cantù non dà scampo a Reggio Calabria

(foto di Alessandro Vezzoli)

Un inizio travolgente della UnipolSai che archivia senza troppe esitazioni la prima giornata di Serie A Fipic, girone A. In un PalaMeda gremito da oltre 1000 spettatori, i biancoblù battono la Farmacia Pellicanò Reggio Calabria Bic 73 a 25. Spazio per tutti i convocati da coach Josef Jaglowski (assenti solo Schiera e Makram). Debutti ufficiali di Serio, Patzwald, Ruggeri e Sbuelz in maglia biancoblù e i ritorni di Berdun e Carrigill. La gara, già indirizzata fin dai primi 10’, mette in mostra la qualità e le numerose possibilità che avrà a disposizione coach Jaglowski per tutta la stagione sportiva. Filippo Carossino miglior realizzatore con 22 punti. Prossimo appuntamento, ancora tra le mura amiche del PalaMeda, sabato 28 ottobre alle ore 15: sarà derby contro Special Bergamo Sport.

CRONACA – Il primo quintetto della stagione di Coach Jaglowski è composto da Carossino, Serio, De Maggi, Berdun e Patzwald. L’inizio è uno show di giocate e punti, con la UnipolSai forte sotto
canestro pressante alta. Subito break di Carossino, con 4 punti, seguiti dai primi 2 di Berdun e Serio, che costringono subito gli ospiti al time-out sul 8-0 UnipolSai. Dopo il time-out, continua lo show canturino con Serio e Carossino, intervallato dai primi punti di Reggio Calabria. De Maggi e Berdun (6 punti consecutivi) propiziano la fuga biancoblu, che culmina con l’and one realizzato da Carossino per il +21 biancoblu. Il primo parziale si chiude con il layup di Berdun, che fissa il punteggio sul 27-4.
La musica non cambia nel secondo quarto anche con i primi cambi del coach: esordi per Sbuelz, Geninazzi e Carriggill, mentre Serio accende il pubblico con la prima tripla della stagione ed il layup del +29. Si sblocca anche Sbuelz con 4 punti consecutivi. Carossino e Da Maggi rispondono subito ai primi punti di D’Anna e Billi, con Ruggeri che implementa il distacco. De Maggi sulla sirena chiude la prima frazione. 52-11

Terzo quarto di gestione per i canturini che cambiano più volte gli interpreti, ma rallentano un po’ a referto. Berdun apre le danze dalla media, mentre si registra l’ottimo impatto nella metacampo difensiva di Santorelli. Il botta e risposta Carossino-Ivanov sblocca il punteggio fermo da ormai 3 minuti. Ruggeri e Serio rimpinguano ulteriormente il loro tabellino, permettendo alla UnipolSai di chiudere il terzo parziale a +44. 61-17

L’ultimo parziale si apre all’ insegna della continuità, con Berdun prima e Carossino poi che proseguono con il loro show personale, rispondendo colpo su colpo ai canestri ormai vani degli amaranto. Si sblocca Carrigill, poi Carossino che sfonda il muro dei 70 punti. A 3 minuti dalla fine, coach Jaglowski completa gli ultimi cambi, con l’ingresso di Tomaselli che sancisce l’utilizzo di tutti gli effettivi a roster. La doppia cifra di De Maggi è la ciliegina sulla torta del match. La UnipolSai riparte quindi con il sorriso. Finisce 73-25 per i canturini, tra gli applausi scroscianti del PalaMeda.

TABELLINI

COMUNICATO STAMPA BRIANTEA84