Serie A, Giulianova tra progetti e “allungamento” del roster

(Capodany Ph)

In una lettera aperta ai propri atleti, sostenitori e sponsor, il direttivo dell’Amicacci Giulianova ha tracciato il bilancio della stagione appena conclusa e ha preannunciato alcuni dei progetti che intende perseguire.

“Nella stagione appena trascorsa, che ha visto l’Amicacci Abruzzo sempre al vertice, avremmo voluto festeggiare insieme qualche trofeo, ma alla vigilia dei Play-off abbiamo dovuto fare i conti con due infortuni pesanti che ci hanno penalizzati nella fase decisiva, avendo a disposizione una panchina corta. Nonostante tutto i ragazzi si sono battuti al meglio e il successo è sfuggito soltanto per pochissimi punti di differenza. Per cui facciamo i complimenti alla squadra e chiudiamo senza rimpianti. In questi giorni stiamo lavorando sulla programmazione sia per attrezzare una rosa competitiva e più lunga per ampliare le rotazioni, sia per quanto riguarda l’attività di promozione. L’Amicacci Abruzzo può beneficiare della piattaforma della federazione internazionale IWBF che ci consente di veicolare la squadra ad un utenza di milione di persone in Italia e in tutta Europa. Un aumento di visibilità potenziale che ci impone maggiore competitività, perciò abbiamo bisogno del vostro aiuto in termini di sponsorizzazioni, naturalmente con la massima trasparenza e professionalità economica. Abbiamo presentato diversi progetti sia in Abruzzo sia in Europa che puntano a rendere la nostra società più solida e stabile. Nel frattempo alcuni Amici si stanno muovendo in tal senso e noi li ringraziamo: sono Piero Faraone, che a breve presenterà in un convegno uno studio di sostenibilità, ed Ernesto Cascioli. Uno dei progetti che abbiamo più a cuore, che può fare da apripista ad altre collaborazioni, riguarda il Palasport. Cerchiamo sinergie importanti per arrivare alla realizzazione del nostro sogno di avere finalmente a Giulianova un Palazzetto da 2/2.500 posti. Una struttura di ultima generazione in grado di ospitare molteplici attività, non solo sportive, che consenta alla nostra Cittadina di compiere un salto nel futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *